domenica 6 gennaio 2008

L’America dei padri pellegrini

Quando si pensa alla colonizzazione del nord America la mente riporta immediatamente all’espansione dei coloni verso l’ovest, verso il Far West. Più difficilmente si pensa alla prima colonizzazione, quella dei padri pellegrini che per primi occuparono, espropriandole agli indigeni, le coste dell’ Est.

E’ in questo scenario che si svolge TUTTO RICOMINCIO’ CON UN’ESTATE INDIANA, un mirabile fumetto realizzato dalla magica accoppiata Pratt e Manara.

La storia inizia dalle parti di Plymouth, poco lontano da Cape Cod, quindi se non erro dovremmo essere in pieno New England. Sono luoghi di per se ricchi di storie e racconti visto che sempre in questi luoghi è vissuto H.P. Lovecraft, il signor Hermann Melville e sono lo sfondo in cui si svolgono le avventure di Jessica Fletcher (La Signora in Giallo).

Ma il racconto di Hugo Pratt e Milo Manara si svolge qualche secolo prima della venuta al mondo dei personaggi sopraccitati e più precisamente intorno alla metà del 1600, quando i primi coloni, ancora sudditi della corona britannica, vivevano, non senza astii e dissidi, fianco a fianco con i nativi americani.

La storia inizia con un allegro stupro della nipote di un predicatore compiuto da due aitanti ragazzotti indiani. Stupro che dopo poche vignette viene prontamente vendicato da un giovane colono che pensa bene di impiombare e scotennare i ragazzetti in fregola scatenando una reazione a catena dagli effetti imprevedibili e disastrosi.

In un crescendo di ineluttabili eventi la guerra tra coloni ed indiani sarà inevitabile, ma questo non è soltanto un racconto di guerra, ma un un’intricata vicenda che vede coinvolti numerosi protagonisti; una vicenda dai risvolti truci ed imprevedibili che non inizio nemmeno a raccontarti per non privarti del piacere della lettura.

Una bella storia, ricca e avvicente dunque, come se non bastasse è mirabilmente illustrata da un Manara in piena forma, capace di riportare il lettore nell’epoca con una descrizione quasi fotografica dei personaggi, dei costumi e dei paesaggi.

Posta un commento
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...