lunedì 9 aprile 2007

Pasquetta


Ieri c'è stata la Pasqua, che per chi ci crede è sinonimo di rinascita e tempo di rinnovamento.
Anche per chi non ci crede è una buona occasione per rinnovarsi.

Dato che è il mutamento è insito nelle cose, è bene concordare la propria esistenza con un ritmo di alternanza tra stasi e movimento tra sonno e veglia.

Bene, io sono rinato, mi sono rinnovato e in questa nuova esistenza rinasco pessimista.
Non vedo nessuna alba radiosa, nessun futuro fulgente di belle speranze, nessun sole dell'avvenire.
Mi ritrovo circondato da corruzione e guerra e agli orecchi sento lo scalpitare dei cavalieri dell'apocalisse.

Mi piacerebbe esssere razionale e in questo mio scritto illustrarti il perchè del mio stato d'animo, ma il sentimento mi fa a cazzotti con la ragione e i pensieri stentano a coagularsi in qualcosa di croncreto, ora un'analisi mi è impossibile.

Io sono una personalità ricettiva, lancio i miei sensori nel mondo e i dati mi si confluiscono nei neuroni che li focalizzano prima in un'idea e poi in un pensiero concreto e razionale. In questo momento, il mio processore cerebrale è in stand by.

L'unica cosa che posso dire è:

Benvenuto medioevo.
Posta un commento
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...