sabato 19 luglio 2008

Sopravvivere nell'alba del terzo millennio


Trovo un po' complicato spiegarmi perchè, a dire il vero, non ho le idee molto chiare. Come te anch'io ho i miei problemi e questi influiscono sulla percezione delle cose e sugli stati d'animo. Sono come te, sogno una vita migliore in un mondo migliore ma queste sono cose che nessuno ti regala.

E' ormai ufficiale che come sistema economico siamo in piena crisi, questo è l'inizio; mi sembra anche chiaro che le dirigenze politiche, anche a livello europeo, siano incapaci di far fronte alla situazione: non sto neanche a discutere quali siano le loro colpe. Ma noi che possiamo fare?

Possiamo fare molto e in realtà poco. Che ci sia un problema di crisi democratica oltre che economica mi è chiaro dal momento in cui un pirla come Grillo e company portano in piazza milioni di persone e i governi e parlamenti di turno non fanno una piega. Mi è chiaro nel momento in cui per una settimana la maggior parte dei media italiani si siano soffermati sulle puttanate della Guzzanti piuttosto che su altri argomenti più concreti.

Sto dicendo cose che già ho detto in queste e-page, le varie categorie (caste) si stanno rinchiudendo su se stesse, creando di volta in volta alleanze di comodo nel tentativo di arraffare (potere) il più possibile nella paura che arrivi l'Armageddon: il giorno della crisi globale.

L'importante è fare gruppo, feudo, condividere gli interessi e farsi forti in questo a scapito di chi è fuori dal gioco (io e te per esempio). Questo in realtà si è sempre fatto, ma quando sono anni di vacche grasse non lo si percepisce, quando manca la ciccia invece...

Guarda nel giro di pochi mesi quante caste si sono rivelate: i tassisti, i banchieri, i notai, i commercialisti, i giornalisti.i monopoli tv, ferroviari, telefonici, continuo?

Tu a quale casta appartieni? A nessuna? Bene, prendine atto e comportati di conseguenza. Tutto ciò che ti viene detto o sono balle o mezze verità. Non ti fidare per principio.

Fanno i saldi? Non comprare. Vogliono rilanciare i consumi? Non consumare. Smetti di essere il motore dell'economia consumistica del XX secolo, costringili a cambiare il sitema. Non investire in speculazioni, risparmia con strumenti solidi e collaudati sebbene a basso rendimento. Quando scoppierà la guerra avrai poco, ma lo avrai. Rompigli le scatole, contesta ogni virgola quando i servizi che ti offrono non funzionano a dovere, compra sempre al prezzo più basso e non usare più beni voluttuari come tv satellitare o sms. Compra solo se hai i soldi o estrema necessità del bene.

Resta consapevole che pochi potenti stanno radunando le loro forze e le loro ricchezze per far fronte ad una caduta prossima che nemmeno loro sanno come sarà. Tu (ed io) siamo soli con noi stessi, dobbiamo arrangiarci e iniziare a fare scorta. La tempesta si avvicina, bisogna rendersi impermeabili.

Buona Fortuna.
Posta un commento
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...